Monte Sant'Angelo

LA CITTÀ DELL'ARCANGELO MICHELE, MONUMENTO UNESCO

Monte Sant’Angelo, la città dell’Arcangelo Michele, si trova sulle pendici meridionali del Gargano nella provincia di Foggia, in Puglia. Manfredonia si trova 15 km a nord di esso e la famosa località balneare di Mattinata si trova 4 km a ovest.

Santuario di Monte Sant’Angelo. Monte Sant’Angelo come città fu fondata solo nell’XI secolo: dal 1081 al 1103 fu la capitale di un enorme possedimento normanno, governato dal conte Enrico, un vassallo dell’impero bizantino.

È vero, questa zona era conosciuta molto prima di questi eventi – secondo la leggenda, anche nel 5° secolo nelle grotte vicine, l’ Arcangelo Michele era tre volte un credente in onore del quale fu in seguito costruito il Santuario di Monte Sant’Angelo.

Il santuario è diventato uno dei principali siti di pellegrinaggio per gli europei. Nel 1987 fu visitato da Papa Giovanni Paolo II. Oggi Monte Sant’Angelo è una piccola città la cui economia si basa principalmente sull’agricoltura e l’allevamento. Una fonte significativa di reddito per i residenti locali è il turismo.

Un antico castello. Oltre al già citato Santuario di Michele Arcangelo, situato in una grotta, in città è possibile vedere un antico castello sospeso su una scogliera, diverse parti del castello risalgono a periodi diversi. Ad esempio, la prima menzione della Torre dei Giganti – una torre pentagonale alta 18 metri – risale alla fine del X secolo. Il castello fu la residenza di Reinolfo I e Robert Guiscard, in questo periodo furono costruiti la Torre Normanna e la cosiddetta Sala del Tesoro. L’imperatore Federico II trasformò il castello nella residenza della sua padrona, Bianca Lancia, e durante il regno della dinastia Anjou, ospitò una prigione.

Secondo la leggenda, il fantasma di Bianchi Lancia vive ancora tra le mura di una fortezza medievale – per qualche motivo, in inverno si possono sentire ancora i suoi tristi respiri.

“La tomba del Rotary”. Monte Sant’Angelo ospita anche il Battistero di San Giovanni in Tumba, risalente al XII secolo e noto come la “Tomba del Rotary”.

Il portale del battistero è notevole per i suoi bassorilievi raffiguranti scene bibliche. Degli altri edifici religiosi della città, vale la pena esplorare la lussuosa chiesa romanica di Santa Maria Maggiore dell’ XI-XII secolo, la cui facciata è decorata con falsi archi e sculture, e l’Abbazia del Pulsano, costruita nel 591 sul sito di un tempio pagano e gravemente danneggiata durante il terremoto del 1646. Sempre a Monte Sant’Angelo c’è un Museo delle Arti e Tradizioni Popolari del Gargano, che ci introduce alla storia e alla cultura dei contadini locali.